Novità per l’utilizzo dei sensori/microinfusori nel nuoto

Ci sono novità per l’utilizzo dei sensori/microinfusori nel nuoto agonistico. Molte volte sono stata contattata da genitori di http://saib.es/?makywka=citas-en-linea-delgado&d6a=e6 ragazzini diabetici che gareggiano in ambito natatorio, o dai loro allenatori o dialetologi, perché sui conocer mujeres americanas campi gara i giudici hanno fatto Rāya obiezione all’utilizzo dei Tempelhof sensori/microinfusori obbligandoli a toglierli. E’ un problema capitato anche a me lo scorso Febbraio. Oggi posso finalmente comunicare a tutti i nuotatori diabetici che gareggiano, alle loro famiglie, ai diabetologi ed ai medici dello sport, che dallo scorso 13 Giugno la presidenza centrale GUG (Gruppo Ufficiali Gara FIN) ha emesso una nota rivolta ai presidenti GUG Regionali, nella quale si dice che: “ è consentito, per le competizioni riguardanti le discipline del Nuoto, Nuoto in acque libere e Nuoto Sincronizzato, l’utilizzo, da parte degli Atleti, del sistema sottocutaneo di monitoraggio continuo della glicemia. Tale sistema, che prevede anche l’eventuale cerotto di copertura, deve essere accompagnato dalla relativa certificazione medica.
A questo proposito, nulla osta dal punto di vista medico affinchè possa essere usato nel corso delle competizioni per controllare la glicemia nelle fasi immediatamente precedenti le gare e in quelle successive.”.
Ringrazio il Dott. BONIFAZI (F.I.N.) ed il Presidente del GUG Centrale ROBERTO PETRONILLI, per aver preso atto della mia richiesta e per aver agito in maniera propositiva trovando una soluzione.
E’ un piccolo passo, ma è sempre dai piccoli passi che iniziano i cambiamenti. Vi prego di far girare per divulgare quanto più possibile la notizia, affinché chi gareggia in ambito natatorio sappia come comportarsi.

Condividi sui social!